Category Archives: macchie

Come lucidare il marmo macchiato

lucidare il marmo fai da te
pulizia marmo macchiato

Come pulire e come lucidare il marmo macchiato

Quando il tuo marmo non è più splendente come in origine. Quando il tuo marmo si è opacizzato nel tempo. Oppure è rovinato da macchie opache o da “orribili” chiazze di sporco, allora è arrivato il tempo di intervenire per pulire e lucidare il marmo macchiato che ha perso lo smalto originale.

La pulizia del marmo macchiato è un’operazione da svolgere adottando le opportune cautele. A volte può essere un lavoro assai complesso perché oltre al problema di rimozione dello sporco si porrà il problema di come lucidare il marmo come in origine.

Innanzitutto, si deve premettere che il problema di come pulire e lucidare il marmo macchiato può essere suddiviso in una o più fasi. Per un pavimento di marmo opaco , ad esempio, abbiamo solo la necessità della pulitura del marmo e di ravvivare il marmo che in questo caso è privo di altri problemi. Se invece oltre all’opacizzazione abbiamo il problema delle macchie sul marmo l’operazione di ripristino non sempre è di semplice esecuzione. Oltre al problema di come lucidare un marmo opacizzato avremo anche la necessità di sapere come smacchiare il marmo.

lucidare il marmo macchiato

La prevenzione è la migliore strategia

Nonostante l’aspetto compatto il marmo è un materiale poroso e può assorbire sostanze oleose, grasse o sostanze coloranti che lo macchiano. Anche il contatto con la semplice acqua di rubinetto può rendere opaco il marmo, specialmente se l’acqua è dura, cioè contiene molto calcio.

Fortunatamente il pericolo di macchiare il marmo può essere preventivamente evitato con specifico trattamento impermeabilizzante, impedendo così alle sostanze liquide di penetrare attraverso la sue porosità.

Considerato però l’elevato costo dei prodotti sigillanti di qualità di solito si trattano le superfici a più alto rischio di macchiatura. Come i ripiani per cucina, del bagno e i tavoli. Da notare che questo tipo di trattamento non protegge assolutamente la superficie del marmo dalle corrosioni acide.

pulire e lucidare il marmo

Come sopra citato non tutte le superfici vengono trattate con lo specifico prodotto impermeabilizzante . Per questo motivo il marmo nelle nostre case è esposto costantemente al pericolo di essere macchiato.

Marmo corroso da acido

pulire e lucidare il marmo

Inoltre è da tenere presente che nel caso di contatto con una sostanza colorata acida, il danno è doppio. Oltre ad avere il marmo rovinato da una colorazione non gradita, abbiamo anche la perdita della lucente che si palesa con l’aspetto di macchia biancastra opaca.

Dovremo quindi in ogni caso predisporci un intervento per smacchiare e lucidare il marmo . Oppure ambedue le operazioni.

Sostanze che macchiano

Ecco un breve elenco di sostanze di uso comune che possono macchiare e danneggiare il marmo:

  • sostanze che macchiano il marmo: caffè, the, succhi di frutta, bevande colorate, acqua dura evaporata, spezie colorate
  • liquidi che colorano e corrodono il marmo: vino rosso, aceto, pomodoro, succhi di frutta, coca cola, bevande colorate acidule
  • gli acidi corrodono il marmo: limone, detergenti anticalcare, viakal, detergenti sgrassanti, acido muriatico, allume di rocca

Esistono più metodi per la pulizia del marmo macchiato. È bene iniziare sempre dal metodo più semplice e naturale prima di ricorrere a strumenti e prodotti più invasivi per ottenere il marmo pulito.

Per prima cosa ci si deve procurare un panno adatto. Deve essere morbido e non rilasciare pelucchi. I panni in microfibra sono l’ideale per la pulitura del marmo. Le spugnette in fibra bianca non abrasiva possono invece tornare molto utili per lucidare il marmo.

Dotarsi di panni adatti è importante per evitare spiacevoli abrasioni in caso di forte sfregamento su superfici lucide di qualche marmo od onice molto delicato.

Macchie sul marmo fresche

Il più delle volte il marmo sporco si può pulire con il semplice uso di un panno in microfibra bagnato con acqua calda. Se l’intervento è tempestivo, la sostanza non è ancora penetrata sotto la superficie e con un semplice sfregamento di un panno umido a volte è possibile pulire il marmo completamente, evitando così il comparire della macchia. A volte però può rimanere qualche leggera traccia ed allora bisogna integrare il trattamento a seconda del tipo di sostanza macchiante. Se si tratta di sostanza oleosa si deve usare un po’ di sapone di marsiglia miscelato nell’acqua, sfregare con il panno bagnato e risciacquare. Se invece la sostanza è molto colorante, dopo un primo sfregamento con panno bagnato, asciugare e provare a cospargere l’alone colorato rimasto con acqua minerale frizzante lasciando agire per circa un’ora.

Macchie opache molto leggere

Infine, in caso di aloni dovuti a sostanza acidula usare un po’ di bicarbonato disciolto nell’acqua e strofinare. Il bicarbonato di sodio aiuta a lucidare il marmo quando la brillantezza della superficie è stato velata da una leggerissima corrosione.

Macchie persistenti

Non sempre è possibile intervenire tempestivamente per evitare la formazione delle macchie sul marmo. In tal caso dovremo prepararci ad un intervento un po’ più tecnico ed a volte complesso.

Distinguiamo innanzitutto le macchie su marmo in quattro categorie:

  • colorate organiche
  • d’olio e grassi
  • ruggine
  • da corrosione acida

Soluzioni per pulire e lucidare il marmo

Marmo macchiato da sostanze organiche colorate non oleose

In questo caso la soluzione più efficace prevede l’uso di acqua ossigenata ad elevata concentrazione. Occorre versare sulla macchia l’acqua ossigenata ed attendere alcune ore. Più la sostanza è penetrata più tempo di applicazione sarà richiesto. Qui una guida per eseguire correttamente questo intervento.

Marmo macchiato da olio, unto o grasso

Quando la macchia d’olio nel marmo è attempata la sua rimozione può richiedere un lungo processo di applicazione. Il sistema più efficace per la rimozione di queste macchie è l’utilizzo di impiastri a base di idrocarburi volatili. Qui una guida per eseguire correttamente questo intervento.

Marmo corroso da acido

Le corrosioni sulla superficie lucida appaiono in questo caso sotto forma di macchie opache sul marmo. La modalità di rimozione dipende principalmente dalla gravità di queste aggressioni superficiali. Gli acidi “hanno mangiato” le particelle di calcio sulla superficie del marmo e, per risolvere il problema, occorre ripristinare la situazione originale. Bisogna predisporre un serio intervento per smacchiare e lucidare il marmo.  per eseguire correttamente questo intervento.

Come lucidare il marmo a mano

Per evitare di ricorrere all’intervento di un’esperto occorre individuare un sistema per pulire e lucidare il marmo senza particolari competenze tecniche o abilità manuali. Qui una guida per lucidare il marmo fai da te.

Conclusioni

Se il risultato di un intervento fai da te per pulire e lucidare il marmo non è stato molto efficace si può ricorrere all’uso di un detergente per il marmo o acquistare un kit che comprende di solito anche una cera per marmo che aiuterà a raggiungere un risultato migliore.

Possiamo concludere che il problema di smacchiare o lucidare il marmo può essere risolto con tecniche elementari e materiali di uso domestico comune quando le macchie sono lievi. I casi un po’ più più gravi sono invece facilmente risolvibili con kit fai da te per ripristinare la lucidatura o kit per eliminare le macchie. Per ravvivare il marmo un po’ spento, invece, è sufficiente usare la polvere lucidante.

Prodotti per la pulizia del marmo acquistabili online:
Detergenti concentrati neutri per pulizia ordinaria del marmo.
Descrizione del prodotto: Eurolux detergente lavapavimenti concentrato a base alcolica particolarmente indicato per la pulizia di superfici lucide quali marmo ceramica grés porcellanato ecc.
Grazie alla formulazione solventata evapora rapidamente senza necessità di risciacquo e senza lasciare residuo donando all'ambiente un gradevole e persistente profumo.
Acquistarlo in confezione da 20 KG qui
 Proprietà del prodotto CleanPrince:
- Detersione e protezione in una sola passata
- striscia senza lucentezza
- Adatto per pavimenti in granito lucido, marmo e pietra naturale
Lo puoi acquistare in confezione da 5 lt qui
Detergenti sgrassatori per la rimozione di sporco ostinato sul marmo
Descrizione del prodotto:
BRAVO SGRASSATORE per rimuovere macchie ostinate su marmo,pietre lucide, granito, gres
Lo puoi acquistare in confezione da 1 lt  qui
Descrizione del prodotto:
ECOMARBEC Detergente sgrassatore per pavimenti eco-compatibile
Lo puoi acquistare in confezione da 5 lt  qui


Pulizia del marmo macchiato da olio, grasso, ruggine e altre cause

pulire e lucidare il marmo

Macchie su marmo

macchie su marmo

Per avere un’idea precisa su come togliere le macchie su marmo sporco occorre prima cercare di comprendere con che tipo di macchie su marmo abbiamo a che fare. Intendiamo qui come macchie su marmo, quelle causate dalla colorazione di una sostanza di qualunque natura. Non parliamo quindi di macchie  opache dovute a corrosione.

Le pietre naturali hanno un grado di porosità variabile da tipo a tipo di roccia e possono quindi assorbire in profondità tutte le sostanze liquide. Per questo motivo le pietre più porose, ma anche quello poco porose ma esposte con frequenza al contatto con liquidi macchianti, si devono necessariamente sottoporre ad un trattamento oleo-idrorepellente. Questo trattamento chiude i pori della roccia e impedisce l’assorbimento dei liquidi che causano le macchie su marmo.
Tuttavia, una volta effettuato il trattamento impermeabilizzante, non c’è la garanzia della totale impermeabilità ai liquidi della pietra. Ciò avviene sia a causa di errori verificatesi nell’applicazione del trattamento, sia per uso di prodotti idrorepellenti scadenti o non molto performanti per varie cause. In ogni caso, il trattamento idrorepellente ha un discreto costo e di norma non viene eseguito su tutte le superfici (come ad esempio pavimenti e scale). Quindi permane sempre, in linea generale, il pericolo di assorbimento di liquidi macchianti.

Suddivisione in categorie

Le macchie di profondità possono essere causate sia da sostanze penetrate dall’alto, sia da risalita dal basso di liquidi provenienti dal piano di posa. In alcune pietre la risalita dal basso di sostanze liquide può scatenare reazioni incontrollate che si palesano con un cambiamento di colorazione localizzato. Un esempio su tutti sono le macchie di ruggine interne. Esse si palesano quando la pietra contiene il minerale pirite che si ossida alla presenza di acqua di risalita. Le macchie di profondità sono quindi dovute a sostanze che si sono insinuate negli interstizi presenti tra i cristalli che costituiscono la pietra. Per procedere alla rimozione è indispensabile riconoscere il tipo di sostanza. Anche in questo caso dobbiamo procedere alla classificazione in modo da poter scegliere la tecnica corretta di rimozione. Dal punto di vista della tecnica di rimozione, possiamo suddividere le macchie su marmo in:

Una volta individuata la natura della macchia diventa più semplice porre in atto il processo di rimozione e togliere le macchie su marmo in modo definitivo.

Rimuovere i segni di corrosione acida con la polvere lucidante

pulire e lucidare il marmo

pulire e lucidare il marmo

Gli anelli di corrosione acida si formano su tavoli o top cucina. La causa è un bicchiere bagnato da sostanza acidula lasciato a contatto con il marmo per un po’ di tempo.

Questi anelli si possono eliminare con un semplice procedimento di levigatura, che sarà più o meno complesso in relazione alla gravità della corrosione. Tale procedimento può comprendere il passaggio con uno o più abrasivi di grane diverse e un passaggio finale con la polvere lucidante che porta la superficie alla lucidatura a specchio.

Abbiamo fatto delle prove per stabilire l’intensità massima di corrosione removibile con il semplice passaggio della polvere lucidante. Tale passaggio richiede solo 30 secondi in tutto per risolvere il problema. Per fare le prove di corrosione usiamo una soluzione acidula ottenuta miscelando acqua minerale al 0,3% di acido cloridrico. Se il contatto della soluzione con il marmo è inferiore a 1 minuto si può eliminate l’incisione con il solo utilizzo della polvere lucidante. Se il contatto della soluzione acida è più lungo, oltre alla polvere, si dovrà usare anche un abrasivo di grana 1500/2000. In questo caso il lavoro dura un paio di minuti in più.

Nel caso di incisione ancora più intensa il lavoro di recupero comincia a diventare un po’ più complicato. Infatti si deve usare un abrasivo di grana 800/1000, seguito poi dalla grana 1500/2000. Si deve fare estrema attenzione a cancellare tutti i segni della fase precedente. Si deve poi procedere con lo sfregamento della polvere lucidante. Il tempo di lavoro per il ripristino della superficie arriva in questo caso anche a cinque minuti.

È superfluo dire che in caso di corrosione ancora più profonda si deve scendere ancora di grana. Generalmente basta aggiungere un’altra fase con grana 400/500. Il lavora diventerà più lungo e faticoso e la probabilità di esecuzione perfetta diminuisce notevolmente.

Nella grande maggioranza dei casi gli anelli di corrosione si possono eliminare scendendo a grana 800/1000.

Dove reperire gli strumenti?

Per eliminare un unico anello di corrosione,magari nel bel mezzo del nostro tavolo di marmo, BMC offre un kit minimale. Esso comprende una piccola bustina di povere lucidante per marmo e una pastiglia abrasiva di grana 1500/2000. Con questo kit si eliminano con rapidità e perfezione gli anelli di corrosione leggera. In caso si dovesse scendere di grana basta acquistare separatamente le pastiglie abrasive di grana inferiore.

Per disporre di tutte le grane che ci consentono anche la lucidatura dei granito BMC offre Virginia TU, uno strumento universale per la lucidatura manuale di tutte le pietre.

10 metodi mirati per pulire il marmo da macchie, sporco tenace e altri problemi

 

Pulitura marmo

pulizia marmo macchiato

Pulizia marmo macchiato

La pulizia del marmo macchiato è un’operazione assai semplice quando si tratta di pulizia ordinaria. Se invece si devono affrontare particolari problemi di sporco, allora si devono adottare tecniche diverse a seconda del problema rilevato.
Oggi vediamo 10 modi diversi  di affrontare la pulizia del marmo macchiato da sporco tenace o altre problematiche che ne rovinano l’estetica.
Da premettere che quasi tutti i metodi di pulizia profonda prevedono l’impiego di impacchi con impiastri.

Un impiastro viene realizzato in genere mescolando un solvente o una sostanza chimica detergente con un eccipiente inerte per ottenere un impasto morbido. La pasta viene poi applicata sulla macchia tramite una paletta o una spatola.
La parte liquida della pasta migra nella pietra dove scioglie la sostanza macchiante. In seguito il liquido evapora gradualmente verso la superficie della pietra e rientra nell’impacco, dove  deposita una certa quantità di sostanza macchiante.  Quando l’impacco è asciutto viene poi raschiato e spazzolato via.

macchie su marmo

Come eliminare macchie su marmo di sostanze organiche colorate – GUIDA

pulire e lucidare il marmo

Macchie su marmo

Per smacchiare marmo, travertino e tutte le pietre da sostanze colorate assorbite non esiste metodo migliore degli impacchi a base di acqua ossigenata.

1. Premessa –

Per sostanze colorate organiche si intendono sostanzialmente tutte le sostanze naturali non oleose e anche tutte le sostanze derivanti da processi di trasformazione delle stesse.

macchie su marmo

Quindi parliamo di:

  • tinture, coloranti e inchiostri di origine vegetale o animale
  • alimenti solidi di qualunque tipo, eccetto i grassi
  • bevande e liquidi alimentari, ad eccezione degli olii
  • secrezioni e sostanze animali, come urina, sangue, deiezioni
  • foglie, legno, derivati da combustione del legno, come fuliggine ecc

Sono da escludere macchie di sostanze di origine metallica, come ruggine, ossidi di rame, come pure vanno esclusi inchiostri e coloranti metallici.

Ruggine su marmo e macchie di ossidi metallici

pulire e lucidare il marmo

La ruggine su marmo in superficie può essere eliminata sia con il metodo di levigatura e lucidatura, più volte illustrato nel blog, ma può essere eliminata molto più facilmente e velocemente per via chimica.

ruggine su marmo

 

Ruggine in superficie

In genere i prodotti togliruggine sono acidi e quindi applicabili senza nessun problema sui graniti. Per interventi su superfici lucide di marmi, travertini e pietre calcaree, si devono usare, invece, prodotti neutri o alcalini in modo da preservarne intatta la lucidatura. Il tioglicolato di ammonio è un potente sciogli ruggine adatto a tale scopo, essendo una base debole.

 

Ruggine in profondità

Per la rimozione delle macchie di ruggine localizzate nella massa interna della pietra, la questione è più complessa. Si può provare a dissolvere le macchie con impacchi a base di specifici estrattori per ruggine di profondità. Non sempre però la ruggine interna è removibile. È il caso, ad esempio, di quelle macchie di ruggine provocate dall’ossidazione di minerali ferrosi contenuti naturalmente nella pietra.

 

Macchie d’olio, unto e grasso sul marmo

macchie su marmo

Il problema delle macchie d’olio assorbito nelle pietre

Le macchie d’olio dovute a sostanze oleose o grasse, assorbite in profondità nel marmo, sono removibili con i cosiddetti estrattori chimici. Si tratta impacchi a base di idrocarburi molto volatili che penetrano nella pietra e si legano alle molecole di grasso. Subito dopo gli idrocarburi evaporano trasportando in superficie queste molecole di grasso che vengono depositate in una sostanza sorbente  come talco, sepiolite ecc.

Da tenere presente che più vecchia è la macchia e più in profondità è andato l’unto, più difficile e lungo sarà il processo di estrazione.

macchie d'olio

Vista la difficoltà nella smacchiatura delle sostanze oleose conviene documentarsi al meglio per attingere più informazioni possibile. Il problema più rilevante nel rimuovere macchie d’olio è la scelta di una miscela di idrocarburi adeguata alla rimozione del tipo specifico di sostanza lipidica.

Qui pareri tecnici  e consigli di fonti autorevoli sul questo problema

Scheda per la procedura US GSA per togliere le macchie d’olio  dal granito

Scheda per la procedura US GSA per togliere le macchie d’olio da marmi, travertini e limestone

Nota.

In commercio esistono prodotto già pronti all’uso, ad esempio questo oppure kit per piccoli interventi come questo

Avvertenze

VENTILARE ADEGUATAMENTE L’AMBIENTE QUANDO SI USANO SOSTANZE CHIMICHE VOLATITILI

Macchie su marmo da sostanze natura organica

pulire e lucidare il marmo

Come si affronta il problema delle macchie di natura organica

Le macchie su marmo di natura organica sono tutte quelle dovute a materia organica non oleosa. Parliamo di avanzi di cibo non unto, caffè, vino, succhi di frutta, fiori, foglie, legno, sangue, urine, sterco di uccelli o altri animali. Si intende inoltre fuliggine, inchiostri non metallici, coloranti vegetali, muffe.

Le macchie di questo tipo si rimuovono usando impacchi a base di perossido di idrogeno (acqua ossigenata), meglio se ad elevata concentrazione. In alcuni casi funziona bene anche l’ ipoclorito di sodio, che però ha il difetto di schiarire i marmi scuri.

macchie su marmo

Preparazione dell’impiastro

1a. Ingredienti per applicazioni in orizzontale: perossido di idrogeno 35% (in farmacia), polvere a base di talco e sepiolite impalpabile (qui)

1b. Ingredienti per applicazioni in verticale: perossido di idrogeno 35% (in farmacia), polvere a base di talco e sepiolite impalpabile (qui), scagliola in polvere da stampi (ferramenta).

2. Miscelare l’acqua ossigenata con la polvere fino ad ottenere una pasta morbida come un dentifricio.

2b. Aggiungere scagliola (1:1) per impacchi su superficii verticali.

Avvertenze

L’ACQUA OSSIGENATA AD ELEVATE CONCENTRAZIONI (>20%) USTIONA LA PELLE E GLI OCCHI. NELL’USO PROTEGGERE LE MANI CON GUANTI DI LATTICE E INDOSSARE OCCHIALI.

Macchie di frutta su marmo

pulire e lucidare il marmo
Quando rimangono vistose tracce di un ricco banchetto, la pulizia del marmo macchiato richiede particolari accorgimenti

“vistose macchie di fragole e limone su pavimento pietra di verona, come fare?”

macchie su marmo

Questa la richiesta pervenuta.

Come fare per pulire e lucidare il  marmo di Verona?

La nostra risposta  per la rimozione di macchie di frutta è questa.

Le macchie su marmo causate dalla frutta si tolgono con l’applicazione di acqua ossigenata 130 vol lasciata in posa per alcune ore (vedi nostro video test)

Resteranno probabilmente delle opacità da corrosione poiché le fragole contengono sostanze moderatamente acide.
Le macchie su marmo causate da limone invece sono principalmente dovute alla corrosione, per via dell’acido citrico contenuto in questo agrume.

Come fare per il marmo rovinato da acido di limone?

Non sapendo come affrontare il problema, la soluzione più comune è quella di camuffare con prodotti ceranti che dissimulano l’opacità ma non risolvono il problema. È un po’ come pulire mettendo la polvere sotto il tappeto.
Noi consigliamo di risolvere il problema alla radice.
Se queste macchie su marmo sono in gran numero o molto estese sul pavimento allora conviene un intervento professionale per la rilucidatura o spazzolatura a macchina del pavimento.
Se invece si tratta solo di poche macchie si può optare per un intervento fai da te in tutta sicurezza e tranquillità.
Servono solo due o tre piccoli tamponcini diamantati da passare con un po’ d’acqua in successione di grana sulle macchie e infine basta passare con un po’ di polvere lucidante per ottenere un risultato insperato.
In BMC Store si trova con poca spesa tutto il necessario. A riguardo potete consultare i nostri i video tutorial che spiegano come si procede nel dettaglio.

Attenzione però!

Una volta eliminate le macchie su marmo e finito di lucidare il marmo macchiato il problema potrebbe ripresentarsi tale e quale in futuro. Perciò è consigliabile un trattamento idrorepellente preventivo. Questo tipo di trattamento rende le pietre calcaree quasi completamente impermeabili, ma…
attenzione!!
 il problema della corrosione in superficie rimane inalterato.

Esiste una soluzione per l’attacco degli acidi mantenendo la superficie del marmo naturale?

La risposta  può essere affermativa solo nel caso in cui le sostanze acide non siano lasciate agire troppo a lungo sul pavimento.
La soluzione più conosciuta  è la stesura di cera sulla superficie. Questa soluzione a molti non piace perché può rendere scivoloso il pavimento. Se questo  è il caso allora meglio prendere l’abitudine di lavare di frequente il pavimento con acqua e sapone di Marsiglia  senza risciacquare troppo a fondo. Un leggero velo di sapone di Marsiglia equivale ad una inceratura senza l’inconveniente della scivolosità.
Ultimo consiglio. Ogni tanto aggiungere nel secchio un cucchiaio di bicarbonato per pulire più a fondo la superficie.
P.S. Vi spaventa l’uso di  acqua ossigenata 130 volumi, perché molto pericolosa per il contatto con la pelle e gli occhi? Allora, in alternativa, si può ripiegare sulla candeggina in gel da stendere sulle macchie e lasciare agire per qualche ora. La candeggina non  è  urticante, ma notoriamente  è tossica, mentre l’acqua ossigenata non lo è. Inoltre, la candeggina può schiarire i marmi scuri.


TI POTREBBE INTERESSARE
pulitura marmo

PULIZIA ORDINARIA
pulizia marmo macchiato

MIRACOLOSA H2O2
lucidare il marmo macchiato

LUCIDARE MARMO MACCHIATO
pulire e lucidare il marmo

LUCIDARE MARMO NERO OPACO
lucidare il marmo macchiato

MARMO ROVINATO DA ACIDO
lucidare il marmo fai da te

LUCIDARE LE PIETRE FAI DA TE
lucidare il marmo macchiato

ELIMINARE SEGNI DI CORROSIONE
come lucidare il marmo a mano

LUCIDARE IL MARMO A MANO

Pulizia del marmo macchiato con acqua ossigenata n°1 nella cura del marmo

Macchie su marmo: l’acqua ossigenata regina dei detergenti per il marmo

pulizia marmo macchiato

Pulizia marmo macchiato: meglio l’acqua ossigenata

Come pulire marmo macchiato da sostanze organiche? L’acqua ossigenata ad alta concentrazione è una sostanza formidabile per togliere le macchie dal marmo e da ogni tipo di pietra, senza alterarne la superficie. Ci riferiamo in modo specifico alle macchie colorate di origine organica. Non ruggine o macchie d’olio, per intenderci.

acqua ossigenata per pulire marmo macchiato

L’acqua ossigenata o perossido di idrogeno funziona da ossidante o riducente estremamente ecologico. Quando si comporta da riducente si ossida a dare ossigeno (il caso di contatto con marmo). Quando invece si comporta da ossidante dà acqua. Il risultato è sempre di composti dotati di potere inquinante nullo.

In commercio l’acqua ossigenata si trova in soluzioni acquose. Per indicare la concentrazione di acqua ossigenata si indicano i “volumi”, i quali indicano il numero di litri di ossigeno che possono essere sviluppati da un litro di soluzione acquosa di H2O2.

L’indicazione dei “volumi” di una certa diluizione di perossido di idrogeno, è alternativa all’indicazione di concentrazione in percentuale. L’utilizzo di due correnti metodi di misurazione è spesso causa di errori. Nel nostro caso il perossido di idrogeno al 35% corrisponde a 130 volumi.

Curiosità.

In concentrazioni dal 3 al 6% il perossido di idrogeno viene usato (anche se impropriamente) come disinfettante. Fino al 15% come decolorante. Al 35% ,oltre che per smacchiare marmi e pietre, il perossido di idrogeno viene usato per sbiancare i denti, mentre in concentrazioni molto elevate da 85 a 98% viene usato come propellente per i razzi.

 

Fate attenzione all’acqua ossigenata ad alta concentrazione

L’acqua ossigenata a bassa concentrazione  è una sostanza innocua sbiancante, igienizzante, disinfettante, assolutamente biodegradabile. Per contro l’acqua ossigenata a 130 volumi è una sostanza che bisogna imparare a trattare con le dovute precauzioni. La sua pericolosità consiste nel favorire la combustione, provoca ustioni ed è corrosiva.
Non lasciamoci ingannare dal suo colore innocente, la sua pericolosità è pari a quella dell’acido muriatico. Questo non significa che non si può utilizzare, ma che è importante capirne la pericolosità per non commettere leggerezze nel manipolarla.
Pertanto chi decidesse di mettersela in casa deve assicurarsi di riporla in luogo fresco e soprattutto lontano dalla portata di bambini e animali domestici. Non si deve trascurare nemmeno la sua azione corrosiva, quindi evitare di toccarla con le mani e soprattutto attenzione agli schizzi negli occhi.

Per pulire e lucidare il marmo occorre trovare le soluzioni più corrette e meno rischiose

ustioni acqua ossigenata

Uso dell’acqua ossigenata come detergente delle pietre per togliere macchie su marmo

pulire marmo macchiato

Pulizia marmo macchiato. Vediamo ora come smacchiare il marmo facendo uso dell’acqua ossigenata ad alta concentrazione. Dove si può reperire una sostanza così pericolosa?
Al supermercato non la troviamo, non tanto a causa della sua pericolosità (come è noto, nei supermercati si trova normalmente candeggina, acido muriatico, soda caustica e altre sostanze di pari pericolosità). L’acqua ossigenata 130 volumi non si trova perché nessuno lo usa per le pulizie domestiche.
Questa sostanza viene impiegata per sbiancare il legno, perciò è più facile trovarla nei negozi di bricolage e hobbistica e in molti posti dove si lavora il legno. Anche molte ferramenta ne sono fornite. Si può acquistare online e, ovviamente, in farmacia e in ferramenta.

L’acqua ossigenata da farmacia è un prodotto d’elite, pertanto mezzo litro può costare anche 10 euro, contro i 4-6 euro al litro di quella impiegata in table-responsivehobbistica.

Come fare per pulire il marmo macchiato

pulire marmo macchiato

Per smacchiare il marmo dalle macchie di sostanze organiche si deve fare un impiastro e applicarlo sulla superficie per alcune ore.  Questo metodo è il più potente in casi di macchie assorbite e non rimosse subito dalla superficie. Per la pulizia del marmo macchiato non sempre è necessario a ricorrere a questo procedimento impegnativo. A volte sono sufficienti i mezzi di pulizia più comuni.

Preparazione dell’impiastro:

per applicazioni in orizzontale: perossido di idrogeno 35% (in farmacia), polvere a base di talco e sepiolite impalpabile (qui)

per applicazioni in verticale: perossido di idrogeno 35% (in farmacia), polvere a base di talco e sepiolite impalpabile + scagliola in polvere da stampi (ferramenta).

Miscelare l’acqua ossigenata con la polvere fino ad ottenere una pasta morbida della consistenza di un dentifricio. Aggiungere scagliola (1:1) per impacchi su superficii verticali.

Nota aggiuntiva: gli impacchi con acqua ossigenata non aiutano a rimuovere macchie d’olio o macchie da sostanze di origine non organiche. Di solito le operazioni di smacchiatura sono propedeutiche alla fasi successive per pulire e lucidare il marmo.
Vedi qui altri tipi di impacco per smacchiare il marmo

In questo video l’azione portentosa dell’acqua ossigenata per la pulizia del marmo macchiato.

Eliminare le macchie con detergenti commerciali per smacchiare il marmo.

Prima di cimentarsi con gli impacchi di perossido si può provare con detergenti specifici per pulire marmo macchiato marmo. Di seguito alcuni link per l’acquisto di detergenti e kit di pulizia marmo.

Descrizione del prodotto:
Bravo Marmo detergente sgrassante anti calcare per superfici delicate 
Acquistalo in confezione da ML.750  qui
Tipo di  prodotto:
Kit Pulizia e Protezione Top Cucina - Bagno
Puoi acquistrarlo  qui
Se la macchia è superficiale prova con una spugna magica a togliere le macchie dal marmo:
Spugna magica per pulizia, per rimuovere macchie e segni, senza agenti chimici
Puoi acquistarla in confezione da 10 pezzi qui

 

 

Marmo Test con acqua ossigenata 130 volumi

pulire e lucidare il marmo
Questo test mostra l’azione dell’acqua ossigenata 130 volumi su di una pietra grezza

Come rimuovere una macchia in profondità

Oggi facciamo un test di pulizia su un pezzo di quarzite (molto assorbente) pesantemente macchiata con succo di mirtillo, per capire quale sia il modo migliore di come pulire il marmo e le pietre.

Rimuovere la macchia sembra un’impresa disperata. Anche noi lo pensavamo :=)
Seguendo le indicazioni del video-post  ecco come togliere le macchie di vino, frutta e caffè  andiamo a vedere come è andata…

Spettacolare vero?

Per approfondimenti vedere anche il post sulle caratteristiche dell’ acqua ossigenata 130 volumi.

Nota di sicurezza. Se visto il video avrete la smania di provare subito anche voi, fate attenzione ad usare i guanti di lattice per proteggere la pelle. Inoltre fate la massima attenzione ad evitare il contatto con gli occhi. Si potrebbero avere conseguenze molto gravi. Comportatevi come aveste da maneggiare l’acido muriatico.

Se questo video vi è piaciuto, lasciate un suggerimento, ci aiuterà a darvi le soluzioni che state cercando. Grazie!

Marmo: ecco come togliere macchie di vino, frutta e caffè

pulire e lucidare il marmo
macchie su marmo

Prima di iniziare a pulire e lucidare il marmo a volte si deve affrontare preventivamente il problema di come rimuovere le macchie su marmo più persistenti

Macchie su marmo

Con questo video-test vi proponiamo una soluzione definitiva per togliere le macchie su marmo che si formano a causa dell’assorbimento di sostanze organiche colorate come vino, caffè e succhi di frutta. La pulizia del marmo macchiato in questi casi è un’operazione relativamente facile se affrontata nel modo giusto.

Le superfici in marmo non trattate, quindi senza l’applicazione preventiva dei prodotti idro-oleo repellenti, assorbono i liquidi in profondità e, se questi sono colorati, rivelano macchie evidenti che non è possibile rimuovere con una normale pulizia superficiale. La pulitura del marmo in questo caso è un po’ più complessa.

 

Quali prodotti scegliere? Di chi fidarsi?

Cercando su google vi imbatterete in una serie di consigli più o meno casalinghi di come fare per rimuovere le macchie su marmo, a volte del tutto azzardati e che vi espongono al rischio di rovinare le vostre bellissime superfici in marmo. D’altro canto nei negozi specializzati troverete una ricca offerta di prodotti specifici per il trattamento delle superfici in marmo ma che non sempre si dimostrano risolutivi. Continue reading Marmo: ecco come togliere macchie di vino, frutta e caffè

Macchie di ruggine

La macchie di ruggine sui pavimenti di marmo possono avere cause esterne (contatto con materiali ferruginosi) o cause interne (il marmo contiene pirite). Quando si presenta questo problema, prima di intervenire, occorre innanzitutto stabilire qual’è la natura del materiale che vogliamo trattare: se è un silicato (graniti, quarziti) oppure un carbonato (marmi, limestone, travertini) e, quindi, in che misura è possibile trattarlo con sostanze acide. Una volta stabilito ciò, si agirà in modo diverso a seconda del tipo di pietra e della sua finitura superficiale.
Caso graniti (o silicati)
Trattamento di macchie superficiali o interne al materiale.
Sui graniti lucidi, levigati o fiammati l’operazione è relativamente semplice: si applica una soluzione di acido ossalico e di acido fosforico e quindi si lava accuratamente.
Caso marmi (o carbonati)
Trattamento di macchie superficiali.
Sui marmi l’operazione è più complicata perchè l’uso di sostanze acide deve essere molto accorto. Se la superficie non è lucidata, è possibile applicare (per un tempo breve e con attenzione) una soluzione diluita di acido ossalico.
Su superfici lucide,  invece, si applica ripetutamente una soluzione di ossalato di ammonio oppure di citrato di sodio e glicerina.
Ovviamente sono possibili anche altri metodi, ma richiedono l’intervento di specialisti perché si renderà necessaria la rilucidatura in opera.

La macchie di ruggine sui pavimenti di marmo possono avere cause esterne (contatto con materiali ferruginosi) o cause interne (il marmo contiene pirite). Quando si presenta questo problema, prima di intervenire, occorre innanzitutto stabilire qual’è la natura del materiale che vogliamo trattare: se è un silicato (graniti, quarziti) oppure un carbonato (marmi, limestone, travertini) e, quindi, in che misura è possibile trattarlo con sostanze acide. Una volta stabilito ciò, si agirà in modo diverso a seconda del tipo di pietra e della sua finitura superficiale.
Caso graniti (o silicati)
Trattamento di macchie superficiali o interne al materiale.
Sui graniti lucidi, levigati o fiammati l’operazione è relativamente semplice: si applica una soluzione di acido ossalico e di acido fosforico e quindi si lava accuratamente.
Caso marmi (o carbonati)
Trattamento di macchie superficiali.
Sui marmi l’operazione è più complicata perchè l’uso di sostanze acide deve essere molto accorto. Se la superficie non è lucidata, è possibile applicare (per un tempo breve e con attenzione) una soluzione diluita di acido ossalico.
Su superfici lucide,  invece, si applica ripetutamente una soluzione di ossalato di ammonio oppure di citrato di sodio e glicerina.
Ovviamente sono possibili anche altri metodi, ma richiedono l’intervento di specialisti perché si renderà necessaria la rilucidatura in opera.